Etosha National Park, Safari in Namibia

Un safari è l’esperienza di viaggio africana per eccellenza. La Namibia non poteva, quindi, esimersi dall’offrire uno dei parchi più ampi e piacevoli dove vivere a stretto contatto con gli animali. L’Etosha National Park è, infatti, uno parchi più importanti di tutto il continente dove vivere l’esperienza di un Qui non troverete tutti i big 5, poiché mancano bufali ed ippopotami che abitano le zone dell’estremo nord-est della Namibia. Il safari sarà comunque davvero coinvolgente non solo per la presenza dei grandi felini (leoni, leopardi, ghepardi) e dei grandi mammiferi (elefanti, rinoceronti, giraffe …), ma anche per i bellissimi panorami che regala l’Etosha Pan. Infatti l’Etosha National Park prende il nome da una depressione salina di 5000 km quadrati che durante la stagione secca diventa un incredibile specchio bianco di sale, offrendo immagini indimenticabili.

“Ogni mattina in Africa, come sorge il sole, una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più del leone o verrà uccisa. Ogni mattina in Africa, come sorge il sole, un leone si sveglia e sa che dovrà correre più della gazzella o morirà di fame. Ogni mattina in Africa, come sorge il sole, non importa che tu sia leone o gazzella, l’importante è che cominci a correre.”

PROVERBIO AFRICANO

Poppackers Logo Black
Etosha National Park, Safari in Namibia

Immagini che solo l’Africa sa regalare. La bellezza dell’Etosha National Park sta anche nel fatto di poterle vivere in piena autonomia, voi nella vostra auto e un mondo fantastico al di fuori.


/ guida all’etosha national park

L’ Etosha National Park con i suoi 22.000 kilometri quadrati di estensione è una vera e propria regione della Namibia, dove gli abitanti sono unicamente animali selvaggi, e rappresenta uno dei migliori posti in Africa dove vivere l’esperienza di un safari. Il parco può essere facilmente suddiviso in tre macro aree:

ovest /

L’ingresso di riferimento di questa zona è il Galton Gate ed il lodge, il migliore all’interno del parco, è il Dolomite Camp. Per chi vuole fare camping c’è anche la possibilità di dormire presso l’Olifantsrus Camp a pochi metri dall’omonima waterhole. Quest’area è quella più remota del parco e per noi è stata quella più bella sia in termini paesaggistici sia per la presenza di davvero pochi turisti che rendevano l’esperienza di safari davvero magica.  

centro /

L’ingresso di riferimento di questa zona è l’Anderson Gate ed il lodge principale e probabilmente il più famoso in Namibia è Okaukuejo, la cui caratteristica principale è quella di essere costruito intorno ad una bellissima waterhole illuminata di notte che consente di vivere una sorta di safari privato. L’altro lodge in quest’area è Halali, anch’esso dotato di waterhole ma in generale di livello inferiore rispetto ad Okaukuejo. La zona centrale è quella maggiormente frequentata da turisti, tanto che Okaukuejo può sembrare un villaggio vacanze per quanto è grande. L’area ci è sembrata meno interessante da un punto di vista paesaggistico, sebbene sullo sfondo fosse presente il surreale Etosha Pan. Nonostante ciò è in quest’area che abbiamo vissuto la migliore esperienza durante il nostro safari scrutando per ore una coppia di leoni intenti a cacciare e a rilassarsi.

est /

Gli ingressi di riferimento sono Van Lindequist Gate e King Nehale Gate, mentre il lodge principale è Namutoni. E’ possibile fare camping ad impatto zero presso Onkoshi Camp a pochi metri dall’Etosha Pan. Quest’area del parco l’abbiamo vista nella fase conclusiva del nostro safari ma ci è sembrata maggiormente simile alla parte occidentale con poche macchine ed una paesaggio maggiormente rigoglioso.


/ 4 giorni di safari nell’etosha national park

Per potervi godere con calma il safari nel Parco Etosha vi consigliamo almeno 3 giorni pieni, oltre a quello dell’arrivo; uno per ognuna delle aree che vi abbiamo descritto sopra. Tenete presente che all’interno del parco è consentito muoversi autonomamente dall’alba al tramonto e che il limite di velocità massimo consentito è di 60km/h, quindi è impensabile alloggiare solo in una zona per visitare tutto l’Etosha National Park. Di seguito vi riportiamo le distanze tra i principali lodge:

  • Okaukuejo – Dolomite Camp 172km
  • Okaukuejo – Namutoni 134km
  • Dolomite Camp – Namutoni 306km

4 giorni nell’etosha national park /

primo e secondo giorno / etosha ovest

Arrivo al parco in mattinata. Dopo aver sbrigato tutte le pratiche burocratiche si procede fino al Dolomite Camp, dove si prende possesso della camera. Attività di Safari fino al tramonto e durante tutto il giorno successivo nelle aree circostanti.

terzo giorno – etosha centro

Partenza all’alba. Giornata di safari itinerante, ci si sposta lungo le pozze d’acqua che portano ad Okaukuejo. Arrivo nel primo pomeriggio. Attività di safari pomeridiana. La sera dopo il tramonto saraà la pozza del campo ad offrire un meraviglioso spettacolo.

quarto giorno – etosha est

Partenza all’alba. Giornata di safari itinerante, ci si sposta lungo le pozze d’acqua che costeggiano l’Etosha Pan fino all’uscita dal parco al Von Lindequist Gate nel pomeriggio. Relax nel lodge dopo 4 giorni di puro safari.

Giraffa nell'Etosha National Park

NB – Questo mini itinerario è pensato per essere integrato in un Viaggio in Namibia di 3 settimane.


come fare per vedere gli animali /

Se c’è una regola che abbiamo imparato durante questo safari nell’Etosha National Park è che … non ci sono regole! Non ci sono pozze migliori o momenti della giornata migliori per avvistare animali. Bisogna armarsi di pazienza e girare. Per questo non vi stileremo la lista delle migliori waterhole, perché non è assolutamente detto che siccome noi abbiamo avvistato tanti animali presso una pozza allora vuol dire che quella sia solitamente la più popolata del parco. Infine se vi imbattete in numerose automobili ferme nello stesso punto … beh fermatevi anche voi! Qualcosa di interessante sta succedendo e, normalmente, si tratta di felini!

Una cosa è certa, gli animali ci sono! Sono tantissimi e bellissimi nel loro ambiente naturale, non andate in ansia se inizialmente fate fatica ad avvistarli … dietro una curva o alla prossima pozza potrete trovare spettacoli che renderanno indimenticabile la vostra esperienza di safari in Namibia.


Safari in Namibia, self drive
Etosha National Park, Leone si riposa

Le immagini che porterete a casa dall’Etosha National Park continueranno ad emozionarvi. Vedere questi animali muoversi liberi nel loro ambiente naturale è davvero un’esperienza unica; poterlo fare in autonomia ed in piena sicurezza aggiunge ancora più magia al tutto.


/ un safari in piena autonomia

sicurezza stradale /

Come vi anticipavamo, potrete tranquillamente girare per il parco autonomamente con la vostra vettura dall’alba al tramonto, mentre al calar della sera è consentito uscire dai lodge solamente con veicoli autorizzati. Le strade sono sterrate, come spesso accade in Namibia, ed in alcuni punti il limite di 60km/h è difficilmente raggiungibile per via delle condizioni stradali, in generale però si guida senza grosse problematiche. Ovviamente è raccomandato avere quantomeno un Suv 2×4, ma abbiamo visto diverse normali berline durante la stagione secca.

regole da rispettare /

Fare un safari nell’Etosha Natonal Park è un’esperienza bellissima ed estremamente tranquilla purché si rispettino un paio di regole fondamentali: stare attenti mentre si è alla guida e non uscire dalla propria vettura! Capita spesso infatti che branchi di zebre o antilopi attraversino la strada, così come può succedere che tra le graminacee giallastre si celino due splendide leonesse in una zona che ad un primo sguardo appariva totalmente disabitata. Se per pura sfortuna vi dovesse capitare di bucare una ruota … allora in quel caso valutate attentamente il da farsi. Scaricate la mappa del Parco Etosha che trovate ad inizio pagina (o comunque sul sito del parco) per avere chiara indicazione delle waterhole dove potrete trovare rifornimenti di benzina e bagni.

malaria /

Se visitate l’Etosha National Park durante la stagione secca (Maggio – Settembre) non ci sono problemi di malaria, come nel resto della Namibia, e, in generale, è difficile trovare zanzare. Inoltre il vostro safari risulterà più semplice dato che, a causa della scarsità di acqua, gli animali si radunano più spesso presso le pozze d’acqua e la vegetazione meno rigogliosa non riesce a nasconderli. Se andate nella stagione umida (Ottobre – Aprile) può essere che vi consiglino qualche forma di profilassi, di certo non obbligatoria.


Paesaggio dell'Etosha National Park

/ dove dormire

Meglio dormire all’interno del parco o all’esterno? Per noi la risposta è semplice: dormire all’interno del Parco Etosha. Dormire all’interno del parco vi consentirà infatti di godervi il safari fino all’ultimo istante, mentre chi alloggia esternamente dovrà essere ai gate al tramonto e non potrà entrare prima dell’alba, dovendo ogni volta pagare l’ingresso. 

Ovviamente dormire all’interno ha anche i suoi svantaggi: i lodge costano di più e in molti casi non offrono gli stessi comfort di quelli situati a pochi chilometri dall’uscita del parco, inoltre dovrete prenotare con parecchio anticipo per trovare posto, soprattuto ora che la Namibia sta diventando sempre più conosciuta a livello turistico. 

lodge all’interno dell’etosha national park /

DOLOMITE CAMP : Il lodge più bello che possiate trovare all’interno del parco. Situato nell’area occidentale è anche quello più isolato e piccolo. La vista dalla camera tendata è a dir poco splendida. Con le sue strutture in legno e paglia, il Dolomite Campo è perfettamente integrato nella natura che lo circonda. Davvero scenica l’infinity pool che domina la savana.

OKAUKUEJO : Okaukuejo è l’inizio di tutto; la prima struttura a sorgere nell’Etosha National Park. Oggi sembra un vero e proprio villaggio vacanze, con aree camping, bungalows, ristoranti a buffet, un benzinaio, un mini-market e una splendida pozza d’acqua dove tutti si riuniscono la sera dopo il tramonto per assistere allo spettacolo offerto da elefanti, rinoceronti, iene… Sicuramente meno affascinante del Dolomite Camp, ma probabilmente più user friendly.

lodge all’esterno dell’etosha national park /

MOKUTI ETOSHA LODGE : situato appena superata l’uscita del Von Lindequist Gate, il Mokuti è un posto perfetto per chiudere questa magica esperienza dopo giorni di safari. Sicuramente molto turistico, ma dopo un viaggio all’insegna di sabbia, polvere e natura, una notte di coccole ci può anche stare. Le camere sono molto spaziose, gli spazi comuni davvero belli e ben tenuti. Ottima la piscina e capita spesso di imbattersi in qualche antilope tra i vialetti che separano i numerosi bungalow. I pasti son a buffet e, secondo noi, assolutamente gradevoli. Ovviamente vengono organizzate attività di safari che, però, non possiamo giudicare non avendo preso parte.

/ la namibia non finisce qui

Il safari nell’Etosha National Park è sicuramente uno dei momenti più magici del viaggio in Namibia, ma non fermarti qui! C’è da perdersi fra le dune di Sossusvlei e del Deserto del Namib, c’è da ammirare la maestosità del Fish River Canyon e l’eleganza dei felini riabilitati da AfriCat Foundation ad Okaukuejo.

La Namibia è un paese incredibile e noi speriamo di aiutarti conoscerla un pochino con questi nostri articoli.


Commenta

Trova l'ispirazione sul nostro sito

Se la Namibia non ti basta o se stai cercando l'ispirazione per un altro viaggio non fermarti qui!

Nella sezione Scopri puoi trovare degli articoli suddivisi per area tematica, mentre sul nostro blog trovi tutti i nostri ultimi contenuti. Usa le tag del footer per trovare più velocemente quello che cerchi.

Restiamo in contatto

Se ti sei trovato bene, se vuoi restare aggiornato, se ti fa piacere supportarci ... allora non perdiamoci di vista. Segui le nostre pagine social di Facebook ed Instagram oppure scrivi via mail se hai bisogno di consigli e consulenza per disegnare il tuo prossimo viaggio.