Okonjima è un posto unico e magico, praticamente sconosciuto, dove gli sforzi della AfriCat Foundation regalano la possibilità di vivere esperienze indimenticabili aiutando la Natura e le meravigliose creature animali che popolano le Namibia. Ad Okonjima, infatti, viene effettuata la riabilitazione di quegli animali salvati da una morte pressoché certa a causa del complesso rapporto con l’uomo. I grandi felini (leopardi, ghepardi, leoni), ma anche iene e wild dogs, possono godere di circa 20.000 ettari per imparare di nuovo come stare al mondo prima di poter essere reinseriti nel loro ambiente naturale.


Okonjima e AfriCat Foundation sono le due facce della stessa medaglia: la prima si occupa della parte amministrativa e della raccolta di quei fondi che la seconda utilizza per l’attività benefica. La maggior parte di questi fondi arriva da noi turisti, tramite i pernottamenti presso le strutture di Okonjima e le varie attività a cui decidiamo di partecipare. Per cui qui ad Okonjima si aiuta AfriCat Foundation nel modo più semplice: godendosi a pieno la vacanza.

“Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”

MAHATMA GHANDI

Poppackers Logo Black
Okonjima e i suoi felini
Africat Foundation Conservancy

Non siamo nell’Etosha National Park, ma cambia davvero poco. Gli spazi sono immensi e gli animali sono un qualcosa di unico che regala emozioni.


/ cosa fare ad okonjima

Okonjima offre numerose attività interessanti per trascorrere la giornata, qui vi parliamo delle due a cui abbiamo preso parte personalmente.

okonjima leopard tracking /

Si tratta del classico safari su comodissime jeep scoperte in cui si viene portati nella riserva da 20.000 ettari dove i leopardi e gli altri predatori in fase di riabilitazione vivono liberi. Tali animali indossano tutti un radiocollare che consente di monitorare il loro percorso riabilitativo e che aiuta le guide a rintracciarli. La visione dei leopardi comunque non è garantita, perché tali animali sono molto schivi e solitari; inoltre si possono muovere in un’area talmente vasta che rende difficile la loro individuazione. Noi, ad esempio, siamo riusciti ad intravedere una femmina nel fitto bosco intenta a pulirsi e riposarsi. La visione dei leopardi è la ciliegina sulla torta di un’attività comunque interessante; i panorami che incontrerete sono davvero meravigliosi ed avrete la possibilità di ammirare diverse specie (impala, wilddogs, antilopi, facoceri …) con le utili informazioni della vostra guida.

africat program & info center /

Forse l’attività meno appariscente che si è rivelata una delle più interessanti dell’intera vacanza, poiché verrete portati a scoprire il mondo di AfriCat Foundatiton. Conoscerete le attività della fondazione impegnata nella prevenzione e nella diffusione di un cambiamento culturale da parte dei farmer e delle comunità locali. Durante la visita si ha poi l’occasione di conoscere quegli animali che si trovano nell’area di “prima” riabilitazione. Alcuni di essi sono in attesa di essere liberati nella riserva di 20.000 ettari; altri invece non potranno mai tornare in libertà, ma continuano ad essere ambasciatori dei progetti della fondazione. 

le altre attività /

Tra le altre attività organizzate dalla AfriCat Foundation ad Okonjima c’è un safari a piedi alla ricerca dei ghepardi. Sebbene possa sembrare un’attività pericolosa, in realtà risulta essere totalmente tranquilla se non si hanno bimbi al seguito. I ghepardi, infatti, hanno paura o quantomeno non sono interessati all’uomo adulto in quanto troppo grande per loro. Se non potete fermarvi nemmeno una notte, è possibile organizzare delle Day Visits presso Okonjima per conoscere AfriCat Foundation e sulle sue attività. Infine se siete hikers e amate camminare ad Okonjima troverete diversi sentieri per immergervi in autonomia nella natura namibiana.

Sicuramente riuscire a vedere i grandi felini (leoni, leopardi e ghepardi…) nel loro ambiente naturale durante un safari è un qualcosa di imparagonabile, ma l’esperienza che si vive presso Okonjima e AfriCat Foundation è assolutamente simile. In più avrete la possibilità di parlare e confrontarvi con persone esperte del comportamento di questi splendidi animali che sanno rendere la visita ancora più piacevole. 


rispetto a quando siamo andati noi c’è stata una riorganizzazione delle attività, ma dovrebbe aver riguardato solo i nomi e non la sostanza delle cose da fare

Leopard Tracking ad Okonjima

La maestosa eleganza dei felini è lascia ogni volta senza parole. Potemmo stare ore ed ore ad ammirarli.


/ africat foundation

La AfriCat Foundation nasce nel 1993 per opera della famiglia Hanssen e da allora è impegnata nella salvaguardia e nella conservazione dei grandi carnivori. Dalla sua nascita la fondazione è riuscita a salvare oltre 1000 tra ghepardi e leopardi portando avanti progetti culturali e di ricerca per aiutare gli allevatori della zona. L’obiettivo è far comprendere come la protezione del bestiame non passi dall’uccisione dei grandi carnivori, ma da un miglioramento delle tecniche di gestione dell’azienda agricola.

La fondazione attiva inoltre progetti educativi per i più piccoli per diffondere il rispetto dell’ambiente. Cercano, infatti, di spiegare come il destino dei grandi predatori sia fondamentale per il futuro delle comunità locali. Vi consigliamo di visitare il sito web di AfriCat Foundation per conoscere meglio questa bella realtà che in Namibia cerca di salvare dall’estinzione animali splendidi e fondamentali per l’ecosistema africano.



maggiori informazioni

/ il lodge ad okonjima

Come vi abbiamo detto Okonjima è la parte di AfriCat Foundation che raccoglie fondi per le attività benefiche. I proventi dell’attività turistica sono la principale fonte di sostentamento, motivo per cui qui è tutto estremamente curato. Ci sono molteplici possibilità di alloggio per tutti i budget.

Omboroko Campsite è la meta perfetta per chi si muove in tenda.

Plains Camp per chi preferisce avere un tetto e un letto molto comodo.

Bush Camp per chi cerca il glamping, con meravigliosi chalet immersi nella natura.

African Villa per chi non ha problemi di budget o vuole regalarsi una favola.

Noi abbiamo alloggiato al Plains Camp ed è stato davvero tutto stupendo. La camera del Plains Camp di Okonjima è infatti una sorta di bungalow molto ampio con vista direttamente sulla savana. Il letto si trova di fronte ad una immensa vetrata da cui si possono osservare gli animali della riserva, ovviamente non i felini in riabilitazione i quali si trovano in un’altra area del parco.

Di notevole livello anche la cena che ci è stata servita nel corpo centrale della struttura di Okonjima, punto di raccolta e di partenza di tutte le attività. Il menù è stato a base di carne, estremamente gustoso e particolarmente ricercato. Sempre presso il corpo centrale si può fare colazione, ci si può rinfrescare in piscina o fare acquisti presso il negozio della Africat Foundation.

/ la namibia non finisce qui

Okonjima è una splendida occasione per ammirare meravigliosi animali, ma non fermarti qui! Ci sono migliaia di altri animali da ammirare all’Etosha National Park, c’è da scoprire la maestosità del Fish River Canyon e la magia di Sossusvlei e del Deserto del Namib. La Namibia è un paese incredibile e noi speriamo di aiutarti conoscerla un pochino con questi nostri articoli.


Commenta

Trova l'ispirazione sul nostro sito

Se la Namibia non ti basta o se stai cercando l'ispirazione per un altro viaggio non fermarti qui!

Nella sezione Scopri puoi trovare degli articoli suddivisi per area tematica, mentre sul nostro blog trovi tutti i nostri ultimi contenuti. Usa le tag del footer per trovare più velocemente quello che cerchi.

Restiamo in contatto

Se ti sei trovato bene, se vuoi restare aggiornato, se ti fa piacere supportarci ... allora non perdiamoci di vista. Segui le nostre pagine social di Facebook ed Instagram oppure scrivi via mail se hai bisogno di consigli e consulenza per disegnare il tuo prossimo viaggio.