Elafonissos, un mare da favola in un’isola selvaggia

Il mare ad Elafonissos non sembra vero, non può essere vero. Un’acqua di colore così intenso, così limpida, così trasparente nonostante i fondali sabbiosi.

Simos Beach è un’opera d’arte della Natura, una meraviglia forse non ancora così conosciuta e per questo vivibile e godibile senza affanni e resse.


Oltre al mare e a una natura a tratti ancora selvaggia non c’è molto altro, ma non serve molto altro a questa piccolissima isola al largo del Peloponneso per diventare di diritto uno dei luoghi in cui voler ritornare ogni estate.

“Non si può essere infelici quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento.”

IRÈNE NÉMIROVSKY

Poppackers Logo Black

/ alla scoperta di elafonissos

Che ci crediate o meno Elafonissos è l’isola dei cervi, almeno così dice l’etimologia del suo nome (ελάφι = cervo e νήσος = isola). Così la chiamavano anche i veneziani durante la loro dominazione eppure qui di cervi non se ne vede nemmeno l’ombra. Poco importa però, perché non si arriva fino a questa punta di Peloponneso alla ricerca di animali. L’obiettivo è quello di godersi mare e spiagge meravigliose in un’atmosfera ancora non invasa dal classico turismo delle isole greche più famose.

Elafonissos è un’isola di pescatori, meno di 1000, senza particolari fronzoli. I ristoranti sono spartani, qualche locale carino comincia a nascere … ma la sensazione è quella che accomuna un po’ tutto il Peloponneso: un mondo ancora protetto.

/ come arrivare a elafonissos

La magia di questa isola comincia ancora prima di averci messo piede. Quando si arriva a Pounta, al “molo” dei traghetti, il mare e la spiaggia sono talmente belli che non sembrano veri … non possono essere veri!


Ed è altrettanto surreale che il luogo deputato a “molo dei traghetti” sia sostanzialmente una baracchino di legno disperso in uno splendido nulla. Nessun negozio o bar per ingannare l’attesa, nemmeno un bagno e nessuna grande nave in arrivo, giusto un traghetto che è poco più di una barcarola. Ma basta e avanza dato che in meno di 10 minuti si arriva nel porticciolo di pescatori della cittadina.

Nel nostro viaggio nel Peloponneso, Elafonissos è stata la tappa che ha seguito la visita della Penisola del Mani. Da Areopoli a Pounta la strada è molto bella, in alcuni tratti spettacolare, ma anche tortuosa. Non si va certo veloce, anzi per 115 chilometri ci vogliono più di 2 ore.

DA ATENE /

Da Atene a Pounta il viaggio è sostanzialmente il doppio: 344 chilometri, oltre 4 ore di macchina.

DA KALAMATA /

Se atterrate al piccolo aeroporto di Kalamata vi separano circa 200 chilometri e quasi 3 ore di viaggio per arrivare a Pounta.

DA PATRASSO /

Se in Grecia ci arrivate in traghetto attraccando a Patrasso, dovrete attraversare tutto il Peloponneso per raggiungere Elafonissos: quasi 5 ore di macchina.


Il costo del biglietto del traghetto per Elafonissos è di € 1 per ogni adulto più € 11 per la vettura. Si può pagare anche con carta di credito.

In tempo di COVID prima di salire sul traghetto vengono controllati passaporti e Green Pass.


/ dove dormire a elafonissos

Come vi dicevamo qui il turismo non ha ancora sfondato in modo fastidioso. Non ci sono grandi alberghi, anzi, perlopiù si trovano affittacamere, studios e appartamenti concentrati nella zona del porto, che è anche l’unica che offra qualche attrazione diversa dal mare.

Vicina alla splendida spiaggia di Simos Beach c’è anche un camping molto frequentato, anche se le recensioni non sono particolarmente entusiastiche.

Noi abbiamo alloggiato due notti all’Element Hotel e ci sentiamo di consigliarlo vivamente. La struttura è molto recente e si trova a 3.5 chilometri dal paesino di Elafonissos, totalmente immersa nella natura vicino a Panagitsa. Un punto di forza dell’albergo è sicuramente la vista che offre: il Peloponneso proteso verso il mare illuminato da tramonti senza fine.

La nostra camera era una tripla pulita e con letti molto comodi. Unico neo il bagno un pò piccolino. Davvero ottima la colazione, servita in una veranda coperta e, volendo, la sera è disponibile un bar sulla terrazza dell’hotel.

Il parcheggio è gratuito e la spiaggia più vicina, Kato Nisi, dista solo 1 chilometro e mezzo. Un nulla in auto e una piacevole passeggiata a piedi. La più famosa Simos Beach si trova a circa 15 minuti di macchina.

Booking.com
Booking.com

/ le spiagge di elafonissos

Chi viene a Elafonissos lo fa per godersi un mare che ha pochi eguali nell’intero Mediterraneo. Le spiagge sono tutte perlopiù di sabbia bianca, finissima. Ampie, lunghe e per questo perfettamente vivibili, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ci sono delle piccole aree attrezzate, ma per la gran parte sono libere e selvagge.

SIMOS BEACH /

Senza ombra di dubbio la spiaggia più famosa di Elafonissos, eletta anche spiaggia più bella di tutto il Mar Mediterraneo, anche se questi “titoli” ci piacciono poco. Rimane il fatto che Simos Beach è un vero paradiso da cui non vorreste andarvene mai, e ve lo diciamo nonostante il meteo nella nostra due giorni sull’isola non sia stato proprio d’aiuto.

In realtà Simos Beach racchiude due spiagge entrambe meravigliosamente bianche, collegate tra loro da un piccolo istmo. L’acqua è indescrivibile a parole e anche le foto non rendono l’idea … il fondale è basso adatto a bambini di ogni età. Ma è tutto il contesto che rende spettacolare questo posto, questa insenatura magica. Trovate posto all’ombra delle dune di sabbia bianca alte fino a 10 metri che la nascondono dal parcheggio, come a proteggerla. Vi consigliamo di lasciare perdere i lettini, c’è così tanto spazio … risparmiate quei € 20 (prezzo caro per la Grecia, ma di certo non per il luogo) e state a contatto con la natura.

Per non farsi mancare nulla, Simos Beach ed Elafonissos sono luogo di nidificazione delle tartarughe caretta-caretta.


Simos Beach si trova a ben 8 minuti di macchina dal paesino (4.6 chilometri) per cui è tranquillamente raggiungibile con auto, motorini o anche in bicicletta.


Elafonissos, Peloponneso

Simos Beach è un paradiso anche con un meteo non idilliaco. Se viaggiate con bambini è davvero perfetta. Noi siamo stati qui con Bianca che aveva 2 anni e mezzo e poteva stare tranquillamente in acqua da “sola” visto che il mare era una tavola trasparente.


KATO NISI – PANAGIAS /

E’ stata la prima spiaggia di Elafonissos su cui abbiamo messo piede e non volevamo più andarcene, malgrado il vento forte. Mare e sabbia non hanno nulla da invidiare alla più famosa e popolare Simos Beach. Forse a renderla meno attraente sono le case ed il parcheggio sullo sfondo. Per il resto anche Kato Nisi è di una bellezza indescrivibile, con il Peloponneso che si staglia all’orizzonte.


La spiaggia è lunghissima e profonda, c’è spazio in abbondanza per stare comodi, ma se proprio volete l’ombra e la comodità anche qui trovate dei lettini a prezzi più contenuti.

Dista solo 4 chilometri dal paesino di Elafonissos ed è praticamente attaccata all’Element Hotel.

Come vi dicevamo, Kato Nisi sarà leggermente meno incredibile di Simos Beach, ma noi non la butteremmo via!


ALTRE SPIAGGE /

Posto che le due spiagge di cui vi abbiamo parlato soddisfano ogni bisogno di comodità, relax, mare, natura … se proprio volete sperimentare altro ci sono le spiagge del paesino di Elafonissos. Sicuramente meno affascinanti e belle, offrono comunque un mare insensato per essere spiagge “cittadine”. Stiamo parlando di Kontogoni, situata proprio nel cuore del paese di fronte a taverne e ristoranti, e Kalogeras, un po’ più appartata anche se distante solo 600 metri.

Onestamente non ci è molto chiaro perché dovreste scegliere di stare in queste spiagge dato che Simos Beach e Kato Nisi si raggiungono in meno di 10 minuti … magari per un bagno al chiaro di luna.


L’ultima spiaggia di Elafonissos da menzionare e Lefki, che si trova vicinissima a Simos Beach ma affacciata sul lato opposto. Lefki è forse quella più selvaggia, non attrezzata in alcun modo, e di sicuro è la più piccolina. Mare e scenario sono bellissimi … inutile ripetersi.


State attenti a non confondere Elafonissos con Elafonissi che è una spiaggia altrettanto splendida e meravigliosa ma si trova sull’isola di Creta.


/ cosa fare a elafonissos

Cosa fare oltre a sdraiarsi al mare, fare bagni interminabili e rilassarsi ammirando i panorami di questa Grecia meravigliosa ? Niente. Siamo sinceri, a Elafonissos si va per il mare. Il paesino è microscopico ed in 10 minuti avete passeggiato sul lungomare dove si susseguono le taverne. Carina e scenografica la piccola chiesa ortodossa di San Spiridione, situata all’entrata del porto e collegata alla terra ferma da un ponte. Le cose da vedere sull’isola finiscono qui.

Se proprio volete fare delle escursioni da Elafonissos allora potete pensare alle vicinissime rovine della città sommersa di Pavlopetri o alla bellissima Monemvasia, distante circa un’ora e mezza.


Come detto sul lungomare si trovano praticamente tutti i locali dove mangiare o bere qualche cosa. Le taverne di pescatori sono tutte molto spartane e offrono piatti semplici senza troppi fronzoli. Noi abbiamo provato Spiros-Spiridoula, non si mangia male ma nemmeno in modo sopraffino.

Se volete un ristorante un pò più carino e ricercato invece vi consigliamo Kokkari, con i suoi tavolini sulla spiaggia di Kontogoni.


newsletter

restiamo in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato. Nessuno spam promesso! Solo una mail al mese con i nostro articoli del mese.

/ la grecia non finisce qui

Qui vi abbiamo parlato di un’isola meravigliosa, ma la Grecia è decisamente molto di più. Vieni a scoprire il Peloponneso con i suoi siti archeologici famosi in tutto il mondo. Vieni ad esplorare la Penisola del Mani, una Grecia insolita e unica.


pin if you liked !

Se questo articolo su Elafonissos ti è piaciuto o ti è stato utile condividilo su Pinterest e su tutti i social. Soprattutto se hai tempo lasciaci un commento e un feedback per aiutarci a migliorare. Grazie mille per aver viaggiato con noi

Commenta

Trova l'ispirazione sul nostro sito

Se la Grecia non ti basta o se stai cercando l'ispirazione per un altro viaggio non fermarti qui!

Nella sezione Scopri puoi trovare degli articoli suddivisi per area tematica, mentre sul nostro blog trovi tutti i nostri ultimi contenuti. Usa le tag del footer per trovare più velocemente quello che cerchi.

Restiamo in contatto

Se ti sei trovato bene, se vuoi restare aggiornato, se ti fa piacere supportarci ... allora non perdiamoci di vista. Segui le nostre pagine social di Facebook ed Instagram oppure iscriviti alla nostra newsletter e scrivi via mail se hai bisogno di consigli e consulenza per disegnare il tuo prossimo viaggio.